Lettera intimidatoria alla sorella del candidato pentastellato

Questa in foto è la lettera minatoria fatta recapitare presso l’abitazione della sorella di Alessandro CANNAVACCIUOLO candidato al consiglio regionale della campania per il M5S.

Non è la prima volta racconta il Cannavacciuolo che sono oggetto di minacce, ma utilizzare, come mezzo di intimidazione, i miei familiari è davvero un atto vile e tipicamente mafioso. Ormai tutti conoscono Alessandro e le sue battaglie ambientali, a pochi giorni dal voto regionale è davvero un atto vile questa lettera e ciò non fermerà- ha affermato Cannavacciuolo– le mie battaglie a difesa della mia terra e dei miei concittadini. Ovviamente l’accaduto è stato debitamente denunciato ed è sottoposto all’attenzione delle autorità competenti. Ancora una volta il tentativo di zittirmi, di mettere fine all’attività di contrasto delle illegalità, è miseramente fallito. Io ci sono e ci metto la faccia.

la redazione condanna questo vile atto ed esprime profonda solidarietà alla famiglia Cannavacciuolo.

la Redazione

Autore dell'articolo: Il Pappecio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.